Gatto triste con eczemi

Si legge anche in : deDeutsch (Tedesco).

Il 31 maggio 2017 una signora mi porta la sua gatta sterilizzata di sette anni “Maunzi” (il nome è stato cambiato) che da tre anni ha dei fasi in cui soffre di vomito e altri in cui ha eczemi. Già da cucciolo aveva intolleranze alimentari e vomitava spesso. La padrona ha dato già tre volte un rimedio omeopatico da sola che aveva migliorato i sintomi fisici, ma non lo stato mentale del gatto. Maunzi non è mai rilassata, ha paura dei rumori e degli estranei, e si lascia toccare solo sulla testa. Da quando suo fratello è morto di una trombosi, Maunzi sembra molto triste, non gioca spesso. Curiosamente la gatta difende la sua padrona e anche gli altri due gatti che vivono con lei nello stesso appartamento. Soprattutto a base di questo sintomo mentale speciale mi è facile di trovare il rimedio costituzionale di Maunzi. Glielo prescrivo nella potenza 200CH.

Quasi quattro mesi dopo, la padrona mi riferisce che il rimedio omeopatico ha agito molto bene e che Maunzi non ha più avuto sintomi fino a pochi giorni fa. Inoltre si fida di più delle persone e sembra più rilassata. Da pochi giorni si gratta di nuovo al collo e perde il pelo sulla pancia e sopra gli occhi. In più ha ricominciato a vomitare. Prescrivo ancora una monodose dello stesso rimedio omeopatico nella potenza 200CH.

Un mese dopo la padrona mi riferisce che Maunzi non ha mai più vomitato da quando ha preso il rimedio omeopatico. “Si gratta molto meno e il pelo sopra gli occhi e adesso anche sulla pancia sta ricrescendo”, la padrona mi racconta entusiasta. L’eczema è guarito “da davanti verso dietro” (nelle persone sarebbe “dall’alto in basso”) – esattamente seguendo una delle regole omeopatiche della guarigione più importanti. Anche la regola della guarigione più importante “dall interno all’esterno” può essere mostrata con questo caso esemplare, perché la digestione della gatta è migliorata prima, seguito dal miglioramento degli eczemi. Al controllo di decorso di un altro gatto della signora mi racconta che Maunzi è guarita del tutto.